MODICA

Modica è una delle famosa città della Val di Noto e si trova in provincia di Ragusa. Geograficamente parlando è posta sulle pendici dei Monti Iblei, nei pressi dei torrenti Màuro e Pozzo dei Pruni.
Modica è nota anche come la città siciliana del cioccolato, al quale è dedicato un celebre Museo. Nel 2002 è stata inclusa, insieme con il Val di Noto, nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO per il suo centro storico, ricco di architetture barocche. Mòdica, il cui nome originerebbe dal fenicio Mùtika, cioè dimora, è situata 15 km a sud di Ragusa, ed il suo territorio urbano si sviluppa su un esteso altopiano caratterizzato da profondi cave di tufo. Questa città è stata abitata sin dall’età del Bronzo: la città sorge infatti sull’antica “Mòtyka” dei Siculi. Fu abitata dai Greci e conquistata dai Romani, gli Arabi la chiamarono “Mohac”. Nel Medioevo la città conobbe un periodo di grande prosperità economica; sotto gli Aragonesi la città divenne ancora più ricca e potente creando una sorta di “regno nel regno”. Così è stato definito il fenomeno di organizzazioni territoriali come la Contea di Modica. La città venne deteriorata dalle frequenti alluvioni e venne ricostruita nel 1902. Oggi si possono distinguere due parti della città: Modica alta e Modica bassa, distinzione visibile appena si arriva in città dall’autostrada.

Nelle vicinanze di Modica si può visitare la valle di Cava Lazzaro che rappresenta una fra le più interessanti stazioni archeologiche del paleolitico siciliano con grotte a forno e ad anticella. Di notevole pregio archeologico è la Tomba Orsi, certamente riservata ad un personaggio importante del luogo. Questi reperti sono tutti conservati al Museo Civico di Modica. Sempre a Cava Lazzaro è stato trovato un cranio umano di tipo Neanderthal, che si trova però al Museo Etnografico L. Pigorini di Roma.Tipica produzione della città è la famosa cioccolata di Modica, che viene ancora oggi preparata con un’antica ricetta azteca, da cui deriva la moderna ricetta modicana. La lavorazione si presenta ancora artigianale ed il cioccolato viene lavorato a bassa temperatura, in modo che il burro di cacao non si alteri. In questo modo il burro di cacao non arriva mai a fondersi con lo zucchero, dando vita ad una cioccolata fondente, dalla consistenza granulosa per la presenza dei cristalli di zucchero, priva di grassi vegetali aggiunti. La particolarità di questa cioccolata è che non soggetta a liquefarsi fra le mani alle temperature estive, ed è quindi possibile poter gustare distintamente: cacao, zucchero e le diverse spezie utilizzate per aromatizzarlo. Solitamente si usano vaniglia o cannella. Per chi ha poco tempo nella Val di Noto è stato creato un servizio di navette che permette di girare con un trenino i centri storici delle principali cittadine, di cui i più caratteristici sono sicuramente quelli di Modica, ragusa Iblea, Noto e Scicli. Le vere punte di diamante della Val di Noto.